Insolito, vero?

Si, sono presa da una sorta di frenesia del recupero, e come avevo fatto con le foglie del cavolfiore, ho fatto un buonissimo pesto anche con quelle del ravanello. Avevo trovato al mercato degli splendidi ravanelli con delle altrettanto splendide foglie belle grandi, irregolari.. insomma, non erano quelle un po’striminzite e della stessa misura che si trovano al supermercato, quindi non ho potuto non recuperarle.

Il connubio con le noci è perfetto, e il pesto che ne risulta è saporito e lievemente piccantino. Oltre che con la pasta, lo vedo perfettamente su una bruschetta come antipasto, come variante del più noto pesto di pomodori secchi, per dirne uno (amo alla follia anche lui!)

Insomma, questo è un piccolo trucco per utilizzare quelle parti degli ortaggi che solitamente scartiamo, ma che possono invece dare grande soddisfazione. 

 

Ingredienti per un vasetto di pesto:

le foglie di due mazzi di ravanelli freschissimi (le foglie che avevo io erano belle grandi, se le trovate piccoline, procuratevi almeno il doppio dei ravanelli)

60 g di noci sgusciate

olio extravergine

un pizzico di sale

Prelevate dai ravanelli le foglie e lavatele bene eliminando sporco e terra.

Mettetele in un mixer insieme alle noci e, versando a filo l’olio, azionate il robot e frullate fino ad ottenere un pesto. Correggete di sale.

A me piace anche piuttosto granuloso, ma se volete ottenere un risultato più omogeneo e cremoso aggiungete un paio di cucchiai di acqua fredda e dell’ altro olio, e continuate a frullare. Trasferitelo in un barattolo di vetro, coprite la superficie con l’olio e trasferitelo in frigo. Si conserva per circa una settimana.

Servitelo su del pane casereccio tostato per un aperitivo alternativo!

 

2 Comments on Pesto di foglie di ravanello e noci

  1. zia consu
    11 aprile 2017 at 20:54 (2 mesi ago)

    Sai bene il mio amore x i pesti alternativi e questo mi manca da assaggiare! Devo proprio rimediare e al prossimo giro al mercato farò la punta ai ravanelli 😛
    Ne approfitto x ricordati di partecipare del nostro contest “al km 0”, potrai essere nostra ospite alla rubrica x 2 appuntamenti..non mancare! http://ibiscottidellazia.blogspot.it/2017/04/contest-al-km-0.html

    Rispondi
  2. Silvia Brisi
    13 aprile 2017 at 22:19 (1 mese ago)

    Insolito ma assolutamente da provare, buono con le noci, devono dargli un bel carattere!!
    Tanti auguri Letizia, un abbraccio!!

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *