Qual’è la colazione migliore del mondo? Secondo me cappuccio e brioche, punto. Ci sono tante altre cose che rendono dolce un risveglio, ma niente è completo e consolatorio quanto il binomio cappuccio e brioche, soprattutto se i risvegli sono tragici/traumatici/angoscianti/di lunedì/a settembre.
Ma diciamocelo: non si può fare tutti i giorni, non possiamo iniziare la giornata con tutto quel burro, quel latte e quelle malefiche calorie che affezionandosi a noi, si sposteranno quatte quatte in men che non si dica sul lato B.
Pertanto, quando la voglia di una colazione speciale è tanta quanto quella di restare in forma, cosa facciamo? Ci inventiamo i cornetti fatti in casa. Morbidi, appaganti e per niente nocivi alla salute e alla linea, leggeri e con pochissimi grassi e a ridotto apporto di zuccheri. Io ho optato per una leggerissima versione vegan ma se preferite, potete sostituire il latte di nocciole con il latte vaccino.
Ingredienti:
  • 250 gr di farina 0
  • 250 gr di farina integrale
  • 10 gr di lievito di birra fresco
  • 50 gr di zucchero di canna bianco + altro per la guarnizione
  • 260 gr di latte di nocciole fatto in casa (o altro latte vegetale a scelta, o latte vaccino)
  • 80 gr di olio di semi di girasole biologico
  • 1 cucchiaino di malto d’orzo
Mescolare le due farine e lo zucchero nella ciotola della planetaria.
A parte, sciogliere il lievito di birra con il malto nel latte di nocciole leggermente intiepidito e unirlo alle farine; cominciare a mescolare con il gancio a foglia a moderata velocità e aggiungere anche l’olio. Aumentare la velocità della macchina fino ad ottenere un bell’impasto uniforme e incordato. Trasferirlo in una ciotola, coprirlo con un panno umido e riporlo in un luogo caldo e lontano da spifferi d’aria. Attendere il raddoppio (a me sono servite circa due ore), riprendere la massa lievitata e sgonfiarla su un piano di lavoro. Dividerla in due parti e praticare per ognuna una serie di pieghe. Infine, stenderle con un mattarello fino ad ottenere due dischi di circa 3 mm di spessore. Dividerli in otto spicchi ciascuno con la rotella della pizza ed arrotolare ogni spicchio su se stesso partendo dalla parte più larga. Spostare i croissant così ottenuti su una teglia rivestita di carta forno ben distanziati fra loro e attendere di nuovo il loro raddoppio. Dopo due ore circa, spennellare i cornetti con un’emulsione di olio di semi e latte di nocciole, cospargerli con pochi granelli di zucchero di canna, e cuocerli in forno ben caldo (180°) fino a doratura.Possono essere congelati e ripassati poi in forno caldo qualche minuto per gustarli fragranti e morbidi ogni mattina.

19 Comments on Brioches integrali al latte di nocciole

  1. Marghe
    8 aprile 2015 at 13:24 (2 anni ago)

    Paradisiaci in ogni versione, e belli cicciotti come piace a me, che il cornetto deve avere le curve giuste al posto giusto 🙂
    Un bacino amica!

    Rispondi
    • ilrisottoperfetto
      8 aprile 2015 at 13:42 (2 anni ago)

      Condivido la tua visione del cornetto cicciotto e in carne! Ti mando un bacino speciale gioia :*

      Rispondi
  2. SABRINA RABBIA
    8 aprile 2015 at 13:36 (2 anni ago)

    SONO DELIZIOSI, QUANTO VORREI VENIRE A FARE COLAZIONE DA TE!!!!BACI SABRY

    Rispondi
  3. consuelo tognetti
    8 aprile 2015 at 16:36 (2 anni ago)

    Sono in perfetta sintonia con te e svegliarmi domani con queste meravigliose briosche sarebbe fantastico…complimenti!
    ps: sto studiando anch'io dei cornetti integrali con lievito madre..speriamo di riuscire nell'impresa 😛

    Rispondi
    • ilrisottoperfetto
      8 aprile 2015 at 17:07 (2 anni ago)

      E io sto meditando sull'avventura lievito madre per dei risultati totalmente naturali.. se ci provo mi fai un minicorso tesoro!

      Rispondi
  4. Unafettadiparadiso
    8 aprile 2015 at 16:48 (2 anni ago)

    Io le preferisco con il latte di nocciole, costa un botto ma da dei risultati fantasmagorici!

    Rispondi
  5. Silvia Brisigotti
    8 aprile 2015 at 19:33 (2 anni ago)

    Mi piacciono tantissimo, altro che!! Semplici e con tutto il gusto e la dolcezza che servono a colazione!!
    Brava Letizia!! Un abbraccio!!

    Rispondi
  6. Amelie
    9 aprile 2015 at 11:55 (2 anni ago)

    li provo! grazie per la ricetta
    amelie

    Rispondi
  7. Erica Di Paolo
    10 aprile 2015 at 7:49 (2 anni ago)

    Tesoro mio…. li aspettavo!!!!! Deliziosissimi Leti, sei un sorriso continuo. Brvissima ^_^

    Rispondi
  8. Tantocaruccia
    10 aprile 2015 at 9:25 (2 anni ago)

    Ma guarda che meraviglia la versione vegan! Sanissimi^^ complimenti! Il tuo blog è una gran bella scoperta!
    A presto cara :*

    Rispondi
  9. franchina
    14 aprile 2015 at 10:12 (2 anni ago)

    ciao…vorrei tanto provarli, ma ho un pessimo rapporto col lievito di birra fresco, mentre mi trovo benissimo con quello in polvere misto a lievito madre! come mi regolo per le proporzioni? il solito 7/10%
    grazie mille

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *