Alzi al mano chi è stato in Toscana e non ha mai mangiato un cantuccio. Dai non voglio credere che esista qualcuno che a fine pasto non abbia intinto almeno una volta uno di questi favolosi biscotti nel Vinsanto. Io li adoro ma, detestando tutti i vini liquorosi, li sgranocchio così da soli, oppure li intingo nel caffè. I cantucci sono buoni, fragranti, sfiziosi, sono la perfetta conclusione di un pasto importante come quelli che spesso hanno luogo nelle migliori trattorie toscane. Da alzarsi dal tavolo con la gru praticamente.
Io li ho rivisitati in una versione tutta mia, vegana, leggera e aromatica che non fa per niente sentire la mancanza di quelli tradizionali, ve l’assicuro. E li regalo alla mia impastatrice compulsiva preferita, Consuelo, per il suo contest che celebra la tradizione gastronomica toscana.

Ingredienti:

  • 100 gr di farina di tipo 2
  • 100 gr di farina di farro integrale
  • un cucchiaio di farina di cocco
  • 70 gr di zucchero di cocco
  • 50 gr di mandorle
  • 50 gr di nocciole
  • un cucchiaino di lievito per dolci
  • un cucchiaino di malto d’orzo
  • mezzo cucchiaino di bicarbonato
  • 50 gr di olio di semi di girasole
  • 105 gr di latte di riso
  • un pezzetto di zenzero fresco
  • un cucchiaino di cannella
Accendere il forno a 180 gradi. Nel forno stesso, o in una padella caldissima tostare per qualche minuto le mandorle e le nocciole e tenerle da parte.
In una ciotola, mescolare bene gli ingredienti secchi (le farine, il lievito, il bicarbonato, la cannella, lo zucchero e iniziare ad incorporare i liquidi. Grattugiare lo zenzero ed unirlo al composto, unire a questo punto anche la frutta secca che avremo tritato grossolanamente al coltello, e formare un panetto a cui dare la forma di un filoncino. Schiacciarlo leggermente ed infornarlo per 30 minuti.
Abbassare la temperatura del forno a 160° ed attendere che l’impasto si raffreddi un pochino. A questo punto, con un coltello per il pane, tagliare delle fettine regolari in diagonale che metteremo su carta forno e ripasseremo in forno per altri dieci minuti.
Con questa ricetta partecipo al contest “La mia Toscana” di Ibiscottidellazia in collaborazione con VersiliaFormat

20 Comments on Cantucci allo zenzero

  1. consuelo tognetti
    12 marzo 2015 at 11:52 (2 anni ago)

    Grazieeeeee 🙂 Non sai che bellissimo regalo che mi hai fatto, speravo nella tua partecipazione e con questa ricetta mi hai davvero conquistata 🙂
    Bravissima <3<3<3

    Rispondi
  2. giochidizucchero
    12 marzo 2015 at 13:10 (2 anni ago)

    sono deliziosi Lety!!! Lo zucchero di cocco??? Un baciotto a voi bimbe

    Rispondi
  3. SABRINA RABBIA
    12 marzo 2015 at 15:00 (2 anni ago)

    SONO MOLTO CURIOSI COME LI HAI PREPARATI, MA LI ADORO, GRAZIE PER LA RICETTA!!!!BACI SABRY

    Rispondi
  4. Patalice
    12 marzo 2015 at 21:41 (2 anni ago)

    dei sapori esotici molto gustosi

    Rispondi
  5. Tra Cucina & Realtà cucinaerealta.blogspot.it
    13 marzo 2015 at 21:57 (2 anni ago)

    ciao! Piacere sono Lisa.. che buoni i cantucci, io sul blog ho la versione classica.. t ho trovato sul contest la mia toscana e mi ha incuriosito questa tua versione! Ti ho aggiunto su facebook e bloglovin, se hai piacere di ricambiare sono "Tra Cucina & Realtà" ovunque tu voglia! Un abbraccio! Lisa!

    Rispondi
  6. Tra Cucina & Realtà cucinaerealta.blogspot.it
    13 marzo 2015 at 21:58 (2 anni ago)

    ciao! Piacere sono Lisa.. che buoni i cantucci, io sul blog ho la versione classica.. t ho trovato sul contest la mia toscana e mi ha incuriosito questa tua versione! Ti ho aggiunto su facebook e bloglovin, se hai piacere di ricambiare sono "Tra Cucina & Realtà" ovunque tu voglia! Un abbraccio! Lisa!

    Rispondi
    • ilrisottoperfetto
      14 marzo 2015 at 15:25 (2 anni ago)

      Ciao Lisa, benvenuta!
      Grazie, passo a trovarti volentieri 🙂

      Rispondi
  7. Silvia Brisigotti
    14 marzo 2015 at 12:03 (2 anni ago)

    Squisiti Letizia!! La tua versione mi piace tantissimo!! Brava!!

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *