Non sono mai stata una grande panificatrice, ma la cosa mi sta intrigando sempre di più. Complice il mio succulento regalo di natale, ovvero una planetaria seria con la quale mi sento pressochè invincibile. Per cui, da quando Adele (così si chiama la mia nuova amica) è entrata nella nostra casa,  sono in preda ad una frenesia da pane, panini, panbrioche, brioches, crackers, pizze, focacce eccetera.
Ho ancora molta strada da fare, sto scoprendo solo ora tecniche, trucchi e specifiche del mestiere, ma i risultati, per ora, mi lasciano pienamente soddisfatta.

 

Ingredienti:

  • 600 gr di farina di tipo 1 macinata a pietra
  • 300 ml di acqua tiepida
  • 15 gr di lievito di birra fresco
  • 60 gr di olio extravergine
  • pomodori secchi a piacere (io, circa 80 gr)
  • sale fino
  • un cucchiaino di zucchero o di miele
Innanzitutto, sciogliere il lievito nell’acqua leggermente tiepida con un cucchiaino di zucchero o di miele. Lasciare riposare qualche minuto.
Mettere la farina nella ciotola della planetaria insieme ad un pizzico di sale e iniziare a mescolare con il gancio a filo. Aggiungere anche l’olio continuando a mescolare ed infine anche l’acqua nella quale abbiamo fatto sciogliere il lievito, poca alla volta. Continuare a lavorare gli ingredienti a media velocità fino ad ottenere un impasto sempre più uniforme ed incorporare anche i pomodori secchi precedentemente ammollati in acqua, strizzati e tritati al coltello.
Togliere il pane dalla macchina e continuare a lavorarlo energicamente con le mani su un piano infarinato per altri dieci minuti e riporlo in una ciotola coperto da un panno in un luogo riparato.
Dopo un paio d’ore, l’impasto sarà raddoppiato. Riportarlo sul piano di lavoro, stenderlo con le mani fino a ricavare un salsicciotto da dividere in parti il più possibile uguali fra loro per garantire una cottura omogenea. Lavorare ogni pallina fino ad ottenere i paninetti che riporremo a lievitare di nuovo su una placca da forno per un’ ora abbondante.
Trascorso il tempo di lievitazione, cuocere i panini in forno caldo a 190° per 15 minuti. Controllare sempre la cottura con uno stecchino che dovrà uscire dal pane ben asciutto.

18 Comments on Panini ai pomodori secchi

  1. SABRINA RABBIA
    26 gennaio 2015 at 15:43 (2 anni ago)

    ti sono venuti perfetti!!!!!Altro che non sei una grande panificatrice!!!Siccome adoro fare il pane in casa, mi segno la ricetta!!!!!Baci Sabry

    Rispondi
  2. Silvia Brisigotti
    26 gennaio 2015 at 18:20 (2 anni ago)

    Deliziosi Letizia!! Brava!! Vedrai che non mollerai più Adele!!
    Un bacione!!

    Rispondi
  3. consuelo tognetti
    26 gennaio 2015 at 22:10 (2 anni ago)

    Non vedevo l'ora di gustarmi i tuoi primi lievitati ^_^ Bravissima Letizia 6 sulla strada giusta, questi panini sono strepitosiiii 🙂

    Rispondi
  4. Silvia Musajo
    27 gennaio 2015 at 9:05 (2 anni ago)

    Posso solo dire che ti capisco, con la planetaria é un'altra cosa e poi si instaura un rapporto di affetto e stima:)
    Ottimo pane, i pomodori secchi mi piacciono molto, proveró!
    Un bacio!

    Rispondi
  5. giochidizucchero
    27 gennaio 2015 at 13:03 (2 anni ago)

    Carissima, ciaooooooo! Come state? Qui non ci salviamo più, sempre ammalati… tutti e tre… uffiiiiiii. Mi gusto i tuoi paninetti, che ho già provato e sono deliziosi!!! Smack a te e alla trappolina

    Rispondi
    • ilrisottoperfetto
      28 gennaio 2015 at 15:23 (2 anni ago)

      Ciao tesoro!!!
      Noi abbastanza bene, il reffreddore non ha risparmiato nessuno.. Grazie e un abbraccio forte a voi <3

      Rispondi
  6. Amelie
    28 gennaio 2015 at 13:00 (2 anni ago)

    complimenti a te e alla tua amica Adele per questi panini! adesso devo trovare un nome per il mio robot da cucina, modesto ma fedele.
    amelie

    Rispondi
    • ilrisottoperfetto
      28 gennaio 2015 at 15:22 (2 anni ago)

      Ahahah direi che un amico così fedele lo meriti un nome 🙂
      Grazie!

      Rispondi
  7. Valentina
    28 gennaio 2015 at 16:27 (2 anni ago)

    Ciao Letizia 🙂 Ho scoperto da poco anche io l'amore per la panificazione, complice un corso che ho seguito e un pezzettino di pasta madre ^_^ Vediamo come procede.. per ora sono proprio all'inizio! Questi panini sono fantastici, adoro i pomodori secchi! Da provare! Bravissima, un bacio grande e buona serata 🙂 :**

    Rispondi
  8. Laura Carraro
    29 gennaio 2015 at 16:39 (2 anni ago)

    Concordo, ci sono regali che cambiano la vita e accendono nuove passioni……e poi i risultati si vedono!!!
    Baci

    Rispondi
  9. Maria Grazia
    4 febbraio 2015 at 18:11 (2 anni ago)

    Ma ben arrivata, Adele! 🙂
    Vedo che anche tu tendi a battezzare apparecchi ed attrezzi della cucina. La planetaria, appena entrata in casa, era stata soprannominata, con molta poca fantasia, Kenny 😉
    Direi che Adele, ma soprattutto Letizia, ha lavorato alla grande. I pomodori secchi nel pane stanno benissimo e questi panini sono meravigliosi!
    Un bacio e un bacino speciale alla tesorina <3
    MG

    Rispondi
  10. Maria Grazia
    4 febbraio 2015 at 18:11 (2 anni ago)

    Ma ben arrivata, Adele! 🙂
    Vedo che anche tu tendi a battezzare apparecchi ed attrezzi della cucina. La planetaria, appena entrata in casa, era stata soprannominata, con molta poca fantasia, Kenny 😉
    Direi che Adele, ma soprattutto Letizia, ha lavorato alla grande. I pomodori secchi nel pane stanno benissimo e questi panini sono meravigliosi!
    Un bacio e un bacino speciale alla tesorina <3
    MG

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *