Scrivo mentre ho l’ennesima torta in forno e mentre Ginevra dorme (Gesù o chi per lui sia lodato, questa bambina di giorno non dorme MAI).
Quante idee, quanti pensieri e quanti progetti vagano per la mia testa, tutti legati a questo piccolo e modesto blog che giorno dopo giorno diventa un secondo bimbo da curare e far crescere perchè, qui dentro, c’è tanto, tanto di me. Quel tanto che non era ancora venuto fuori e che ora, finalmente, riesce a fare capolino dopo qualche anno di perdizione in svariate attività che non mi rispecchiavano per niente e che non mi rendevano felice nemmeno un pochino. Sopravvivevo, non mi lamentavo, ma l’ entusiasmo.. quello, ciao. Andato, sparito, sepolto, non pervenuto.
Se ripenso alla me di quegli anni, vedo una me che non ha niente a che vedere con quella che venite a trovare qui nel mio blogghettino, e vi assicuro che questa è di gran lunga più felice e sorridente.
Sto seminando tanto, tante piccole cose che ruotano attorno a questo e che, spero, porteranno dei frutti.
Intanto, sognare, non costa niente.
E vi lascio uno spunto per il pranzo o la cena di questa sera, perchè no!?
Una buonissima pasta fatta in casa, leggera senza l’ uovo, rustica sotto i denti e profumata quel tantino che basta per far pensare all’ estate che tra un po’ arriverà.
Ingredienti per due porzioni:
  • 100 gr di farina di farro
  • 150 gr di farina 0
  • acqua q.b. (io circa 150 ml)
  • un peperone giallo
  • un mazzettino di rucola
  • un cipollotto
  • due tranci grossi di salmone
  • menta essiccata q.b.
  • olio extravergine
  • sale q.b.
  • mezzo bicchiere di vino bianco
Preparare la pasta mischiando le due farine su una spianatoia e facendo un buco al centro. Sciogliere in 150 ml di acqua tiepida un pizzico di sale e versarla poca alla volta nella fontana incorporando piano piano tutta la farina. Continuare a lavorare l’impasto fino ad ottenere una palla elastica e liscia che andrà fatta riposare mezzoretta. Nel frattempo, pensare al sugo: affettare sottilmente il cipollotto e rosolarlo in olio extravergine: aggiungere i peperoni tagliati a dadini non troppo piccoli e continuare a rosolare. Aggiustare di sale, togliere dal fuoco e tenere da parte. Dopo aver fatto riposare la pasta, stenderla con un mattarello fino a raggiungere un disco spesso circa 2-3 mm; tagliarlo in tre parti e inserire ognuna di esse nella macchina per la pasta impostata per ottenere delle tagliatelle (o spaghetti, o tagliolini, a seconda delle preferenze). Far riposare su un vassoio il formato ottenuto cospargendolo di abbondante farina; rimettere sul fuoco i peperoni, aggiungere il samone tagliato a cubetti e saltare il tutto a fuoco vivo. Sfumare con del vino bianco e solo all’ultimo, aggiungere la rucola ben lavata. Contemporaneamente, cuocere la pasta in abbondante acqua salata per pochi minuti finchè non salirà in superficie, e scolarla nella padella del condimento. Saltare tutto insieme e completare con una generosa spolverata di menta.

17 Comments on Tagliatelle al farro fatte in casa senza uova con peperoni, rucola e salmone

  1. Erica Di Paolo
    18 marzo 2014 at 10:31 (3 anni ago)

    Ringrazio il cielo che tu abbia trovato il tuo entusiasmo, la tua forma di espressione e che in tutto questo ci metta la passione che traspare in ogni tuo piatto.
    Come in questo, studiato, equilibrato, saporito e insolito. Mi piace. Bravissima Leti cara, un abbraccio a te e un bacino alla piccola Ginevra.

    Rispondi
    • ilrisottoperfetto
      18 marzo 2014 at 12:52 (3 anni ago)

      Grazie tesoro per il sostegno che mi trasmetti sempre :* :*
      Un bacione!

      Rispondi
  2. Michela Sassi
    18 marzo 2014 at 12:17 (3 anni ago)

    Tesoro, tu sei una persona speciale e il tuo blog sta crescendo con te… e l'entusiasmo si vede eccome… anche in questo piatto!
    Bravissima, un bacione

    Rispondi
  3. Beatrice Rossi
    18 marzo 2014 at 17:17 (3 anni ago)

    Come ti capisco! Mille attività fatte con poca convinzione e poi scoprire la passione di una vita 🙂
    Ottima pasta 😉

    Rispondi
    • ilrisottoperfetto
      19 marzo 2014 at 14:58 (3 anni ago)

      L'importante è arrivarci, prima o poi 😀
      Grazie, un bacio!

      Rispondi
  4. Maria Grazia
    18 marzo 2014 at 22:47 (3 anni ago)

    La tua passione traspare in ogni post, nei tuoi squisiti ed originalissimi piatti. Un entusiasmo che condividi con noi e che ci arricchisce. Baci a te e alla tua pulcina meravigliosa.
    MG

    Rispondi
    • ilrisottoperfetto
      19 marzo 2014 at 14:59 (3 anni ago)

      Grazie cara, è bello sapere che quello che si cerca di commnicare arrivi! :* :*
      Tanti bacini anche dalla pulcina!

      Rispondi
  5. LisaG
    19 marzo 2014 at 8:41 (3 anni ago)

    Passara a trovarti è sempre un piacere, i tuoi piatti sono deliziosi e i tuoi pensieri li condivido e mi ci rispecchio spesso !!!!!
    Questa pasta dev'essere davvero buona. La provo di sicuro.
    Un bacione

    Rispondi
  6. sississima
    20 marzo 2014 at 9:05 (3 anni ago)

    mai preparate tagliatelle al farro, ma queste sono condite proprio come piacciono a me, un abbraccio SILVIA

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *