Io amo tutta la verdura, non c’è niente che non apprezzi o che scarti. Però, diciamoci  la verità: quella invernale si, è buona anche lei, ma a lungo andare è un po’ triste. Così come la frutta. Niente da dire su arance, clementine, kiwi.. ma in primavera e in estate è tutta un’ altra storia. Ritrovandomi col frigo pieno di cavolo nero e verza, e pressochè poco altro (ho il frigo sempre vuoto e sono sempre a fare spesa, devo capire come funziona questa cosa), ho deciso di scacciare la nostalgia per zucchine e melanzane e di sfruttare al massimo queste verdure in una preparazione particolare e molto carina. E sorprendentemente buona. Ottima come antipasto se si prepara uno sformatino a testa, oppure piatto unico se se ne prepara circa un chilo, un chilo e mezzo (secondo mio marito, le dosi dovrebbero essere queste).

 

Ingredienti per due sformatini (dosi indicative, si possono modificare liberamente a seconda del risalto che si vuole dare ai vari sapori)
  • 80 gr di cous cous
  • 50 gr di feta
  • 4 – 5 datteri
  • un mazzettino di cavolo nero
  • una decina di pistacchi
  • due grandi foglie di verza
  • sale e olio extravergine q.b.
Sbollentare in acqua bollente salata le foglie di verza per circa 6 – 7 minuti. Scolarle, asciugarle delicatamente con un panno e lasciare da parte.  Nella stessa acqua, sbollentare il cavolo nero per una decina di minuti, strizzarlo e sminuzzarlo al coltello. Preparare il cous cous mettendolo in una ciotola e coprendolo d’acqua bollente (1 parte di cous cous, 2 parti d’acqua); lasciarlo riposare finchè si sarà gonfiato. Tagliare a pezzettini i datteri, sbriciolare la feta e riunirli in una ciotola con il cavolo nero, il cous cous, aggiustare di sale e olio extravergine  e completare con i pistacchi tritati grossolanamente al coltello.
Comporre poi gli sformati: foderare due stampini con le foglie di verza, riempire con un paio di cucchiaiate del composto preparato e richiudere il tutto.
Lasciare riposare qualche minuto, e “sformare” sul piatto preferito con un po’ di granella di pistacchi e un giro d’olio.

28 Comments on Sformatini di verza ripieni di cous cous, datteri, feta, cavolo nero e pistacchi

  1. Michela Sassi
    15 gennaio 2014 at 12:12 (3 anni ago)

    Che meraviglia questo sformatino!
    Bellissimo da vedere e chissà che bontà, cara sei sempre più brava!
    Un bacione

    Rispondi
  2. Meggy
    15 gennaio 2014 at 13:58 (3 anni ago)

    Adoro cavoli & Co, e questo è un ottimo piatto per colorare lìinverno 🙂 Il cous cous rende il ripieno molto sfizioso, mi piace, che bell'idea! 🙂 ciao ciao

    Rispondi
    • ilrisottoperfetto
      15 gennaio 2014 at 14:45 (3 anni ago)

      E' vero, ci vuole un po' di colore ogni tanto anche in questa stagione 🙂

      Rispondi
  3. Erica Di Paolo
    15 gennaio 2014 at 14:15 (3 anni ago)

    Infatti anche io sono un po' stanca di cavoli e cavoletti ^_^
    Certo che, però, qui dentro ci hai messo cose pazzesche!!!!!!!! Hai ragione, cara Letizia, siamo molto affini in quanto a gusti!! E questa cosa mi piace molto! I datteri…. tu sei grande! ; ))

    Rispondi
  4. Emanuela Leveratto
    15 gennaio 2014 at 14:57 (3 anni ago)

    i datteri! non avrei mai pensato di usarli con la verza! comunque è vero la frutta e verdura in estate è altra cosa! ^_^

    Rispondi
    • ilrisottoperfetto
      15 gennaio 2014 at 16:36 (3 anni ago)

      stanno proprio bene sai! Un po' come l'uvetta che col cavolo sta molto bene ^_^

      Rispondi
  5. Enrica - Vado...in CUCINA
    15 gennaio 2014 at 15:01 (3 anni ago)

    buona combinazione di sapori brava letizia, tuo marito andrebbe d'accordo con mio figlio e mio marito, un bacio alla piccola Ginevra e alla sua mamma 😉

    Rispondi
  6. cooking rosa
    15 gennaio 2014 at 15:03 (3 anni ago)

    Hai saputo riempire di colori il grigio inverno … e anche di sapori 🙂
    Bravissima Letizia,
    un bacio a te ed alla tua bellissima famiglia!
    Rosa

    Rispondi
  7. MARI Z.
    15 gennaio 2014 at 15:52 (3 anni ago)

    Deliziosa combinazione di dolce e salato!
    ….sapori mediterranei che mi piacciono molto! Brava!
    😉 ciao MARI

    Rispondi
  8. consuelo tognetti
    15 gennaio 2014 at 17:57 (3 anni ago)

    Inizio col dire che la presentazione è divina e già l'occhio è appagato..poi racchiude un piacere x il palato con abbinamenti davvero azzeccati..sublime tesoro! 6 fantastica!
    la zia Consu

    Rispondi
  9. giochidizucchero
    15 gennaio 2014 at 18:11 (3 anni ago)

    Veramente stupendo… una delizia cara! Il cavolo nero l'ho scoperto e subito amato… un bacione!

    Rispondi
    • ilrisottoperfetto
      18 gennaio 2014 at 16:33 (3 anni ago)

      E' un ortaggio molto particolare, favoloso direi! Un bacio anche a te!

      Rispondi
  10. Valeria Della Fina
    15 gennaio 2014 at 20:11 (3 anni ago)

    Bellissimo da vedere e immagino anche da mangiare! Questa ricetta presenta abbinamenti davvero interessanti 🙂
    Un bacio!

    Rispondi
  11. Beatrice Rossi
    16 gennaio 2014 at 8:22 (3 anni ago)

    Ciao! Grazie per essere passata da me, non conoscevo il tuo blog, ma mi metto tra i followers così non ti perdo! Complimenti per la ricetta, molto originale ma di grande effetto! Buona giornata 🙂

    Rispondi
  12. marifra79
    16 gennaio 2014 at 21:04 (3 anni ago)

    Ottimo piatto!! Il cavolo nero quando ho la fortuna di trovarlo non me lo faccio scappare, lo adoro, un pò come tutta la verdura ma il cavolo nero… l'aggiunta dei datteri e dei pistacchi m'incuriosisce tanto!! Un abbraccio

    Rispondi
  13. Gabry B
    17 gennaio 2014 at 17:08 (3 anni ago)

    Che bell'insieme di ingredienti Letizia, un fagottino saporito e presentato molto bene.
    Baci!

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *