Ciao a tutti! Come state?
Di ritorno dalla Romagna, vista la temperatura di Firenze, sono fuggita a casa di mia mamma in Brianza a cercare un po’ di sollievo. Perlomeno lei ha l’aria condizionata!
Dopo una settimana di vizi e coccole, sono tornata a casa carica di regali di ogni sorta per la signorina che sta per arrivare (e il tempo stringe, oggi compiamo 32 settimane), quindi avrò molto da fare per sistemare vestitini, body, calzine, copertine e chi più ne ha più ne metta.
Devo dire la verità, la mia cucina sta faticando a riprendere il pieno ritmo di prima delle ferie, complici il caldo, la mia pressione sempre più bassa che non mi permette di essere troppo pimpante ed infine il fatto che mi sento ancora in modalità vacanziera (anche se a conti fatti il rientro al lavoro, e quindi alla solita routine, è molto lontano visto che sono in maternità).
Ieri ho pigramente scongelato delle fettine di tacchino che non avevo nessuna voglia di mangiare ma che era ormai necessario cucinare, quindi mi sono fatta ispirare dai mitici hamburger “drogati” del mio macellaio.
Sono dei gustosissimi hamburger di manzo di prima scelta, che lui appunto “droga” con vari aromi e sapori, dal peperoncino al tartufo, ai carciofi, rucola, spinaci, radicchio e così via.
Sono stupefacenti, sia per la qualità superiore della carne stessa, che per il carattere unico che assumono grazie a questi arricchimenti.
Quindi su questa falsa riga ho fatto degli hamburger di tacchino che ci hanno salvato dall’ ombra della triste fettina ai ferri e che si sono rivelati buonissimi. Ecco la ricetta!
Ingredienti per due hamburger:
  • due fette di fesa di tacchino
  • due pomodori secchi
  • mezza cipolla bionda
  • un peperoncino secco
  • sale q.b.
  • olio extravergine
  • un uovo
  • farina di avena
Frullare in un mixer la carne tagliata a pezzetti in modo da ottenere del macinato; ridurre a pezzetti la cipolla ed i pomodori secchi (volendo si possono passare anche loro nel mixer per renderli più fini), unire il tutto in una ciotola aggiungendo il peperoncino sbriciolato, l’uovo e sale a piacere.
Impastare gli ingredienti e ricavare dei medaglioni che andranno passati poi nella farina d’ avena per ottenere una crosticina croccante.
Scaldare un po’ d’ olio in una padella antiaderente e cuocervi gli hamburger 3-4 minuti per parte; concludere la cottura a fuoco basso con il coperchio per altri 3 minuti e servire con dell’ insalata mista.
Considerazioni:
Ritengo facoltativa l’aggiunta dell’uovo, la carne di tacchino è molto umida e quindi mantiene compatto l’impasto, senza bisogno di aggiungere un ulteriore legante.
Farsi gli hamburger a casa permette di sbizzarrirsi aggiungendo tutti gli ingredienti che preferiamo variando di volta in volta la ricetta e, credetemi, basta poco per una cena velocissima, gustosa e sempre diversa!
Buon ferragosto!

7 Comments on Burger di tacchino piccante con pomodori secchi e cipolle

  1. Cuoca Pasticciona
    19 agosto 2013 at 14:28 (4 anni ago)

    Carissima, hai fatto benissimo a prenderti una vacanza e andare a trovare la tua mamma, ma Firenze è bellissima, sono venuta una volta e me ne sono innamorata decisamente! Io oggi entro per la prima volta in questo blog e ti faccio tantissimi auguri per il tuo piccolo arrivo pieno di amore e felicità!! Concordo con te anche sul fatto che con il caldo ci si allontana un po dai fornelli!! Mi unisco ai tuoi lettori e se ti va ti aspetto anche da me per scambiare quattro chiacchere, a presto 🙂
    http://ledeliziedelmulino.blogspot.it/

    Rispondi
    • ilrisottoperfetto
      19 agosto 2013 at 15:15 (4 anni ago)

      Ciao! Anche tu sei nuova del mondo dei blog, grazie per essere passata!
      Ho fatto un giro da te, hai un blog carinissimo, in bocca al lupo per tutto!
      Non posso darti torto, Firenze é senza dubbio una delle più belle città del mondo.. proprio stamattina ero al Piazzale Michelangelo a guardare il panorama e pensavo esattamente la stessa cosa.
      Grazie mille, ormai manca un mese e mezzo all' arrivo di Ginevra 🙂
      Un abbraccio, a presto!
      Letizia

      Rispondi
  2. Paprika e Cacao
    20 agosto 2013 at 21:02 (4 anni ago)

    Tanti mattoncini per i tuoi muscoletti e per quelli della nascitura. Bellina tu, come stai? Ormai la fatidica data di avvicina! Mi raccomando prenditi cura di te!
    Ci proverò anche io a "drogare" i miei hamburger, grazie per questa perla! 😀
    Un abbraccio, tesoro
    Lore

    Rispondi
    • ilrisottoperfetto
      21 agosto 2013 at 7:33 (4 anni ago)

      Tutto bene tesoro, mancano 7 settimane da calendario, la tensione sale!
      Prova a metterci tutto quello che ti piace di più, vedrai che anche un triste tacchino assumerà un altro sapore 😉
      Un abbraccio a te :*

      Rispondi
  3. Maria Grazia
    28 agosto 2013 at 16:00 (4 anni ago)

    Come dare un irresistibile e saporito sprint al classico hamburger! Che delizia!
    Un caro saluto ancora
    Maria Grazia

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *