Verdure ripiene

Fiori di zucchina ripieni di stracchino

Fiori di zucca (ina) non può che essere sinonimo di bontà. Chi non ama i fiori di zucca fritti alzi la mano!
Io non li ho fatti fritti, non sono la regina della frittura, nè tantomeno mi piace molto il fatto che si impregni la casa di odore di fritto. Eh, sono fatta così che ci posso fare. Se voglio una buona frittura, la mangio fuori, solitamente.
Cosa che farò sicuramente al mare tra una ventina di giorni con una fritturina di pesce. Bruciori di stomaco da gravidanza e avversione per il pesce -sempre causata dalla gravidanza- permettendo, ahimè..
Bando alle ciance, venerdì ho ricevuto la mia cassetta di verdura ordinata su Agrimè, un sito molto carino di vendita di prodotti a km0 che serve Firenze e dintorni.
Sono nuovi nel mercato online di distribuzione alimentare ma ho la sensazione che cresceranno molto. I prezzi sono buoni, i prodotti freschi di giornata e solo ed esclusivamente di stagione, e tutti reperiti in aziende agricole che si trovano a pochi chilometri da casa del consumatore.
Io vado matta per queste cose, trovo il consumo a km0 assolutamente responsabile e salutare. Da quando ho scoperto questo bellissimo mondo, non ho più comprato una sola foglia di insalata nella grande distribuzione.
Arrivando al punto, non avevo ordinato i fiori di zucchina, ma mi sono stati gentilmente regalati dai ragazzi di Agrimè, per la gioia di mio marito che quando ha visto il sacchetto colmo di questi bellissimi fiori mi ha relegato in cucina!
Ne ho fatto un gustosissimo antipasto, oppure un secondo, se però preparato in grande quantità.
Ecco, la foto non è forse delle migliori, i fiori si sono un po’ seduti su loro stessi e quindi il tutto sembra una massa informe. Ma vi assicuro che sono buonissimi!
Ingredienti (non darò le dosi questa volta, è un piatto in cui le quantità sono a discrezione personale e legate all’ esigenza di farne la portata principale o un antipasto) :
  • fiori di zucchina
  • stracchino fresco
  • grana
  • pangrattato
  • origano
  • olio extravergine
Per prima cosa pulire i fiori: eliminare i pistilli, lavarli ed asciugarli poi con la carta assorbente, facendo attenzione a non danneggiarli.
Riempire ognuno di essi con lo stracchino e disporli in una teglia leggermente unta o foderata con carta da forno. Ricoprirli poi con un po’ di panatura ottenuta mescolando il grana, il pangrattato e l’origano.
Spruzzare con un filo d’ olio extravergine ed infornare per venti minuti a forno ben caldo (200°).

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

CONSIGLIA Couscous dolce con sorbetto al cetriolo

Send this to a friend