Insalate/ Vegan

La Panzanella classica

Questa mattina era la mattina dell’ecografia del secondo trimestre, la morfologica. Come sempre arriviamo all’ospedale emozionati e felici all’ idea di vedere la nostra creatura in azione, e impazienti di sapere che tutto procede bene.
Certo, tutto procede benissimo, la signorina sembra essere alta e magra, a giudicare dalle misure prese dalla ginecologa! L’opposto della sua mamma, ma non focalizziamoci su questi dettagli poco importanti.
Fatto sta che durante l’ecografia, in cui sarebbe stato utile vederla in movimento, Ginevra dormiva come se non ci fosse stato un domani, con grande disappunto della dottoressa che mi ha percosso con la sonda per farla svegliare. Che, imperterrita, ha continuato a dormire.
Ginevra, mi raccomando: molte ore di nanna anche dopo!!
La mamma deve cucinare un sacco di cosine buone e riempire questo blog. Intanto, mentre tu là dentro credo stia di nuovo facendo grandi sogni, la mamma è all’ opera.
Dopo l’ecografia, spesa al mio amato mercato. Con la primavera i colori sono ancora più belli.
Quindi ho fatto il pieno di frutta e verdura e, tornata a casa, ho realizzato un piatto che adoro particolarmente e con il quale rendo omaggio alla terra in cui vivo ormai da due anni e che, secondo me, batte tutto il resto d’ Italia nelle battaglie culinarie.
La panzanella è un piatto poverissimo nato dall’ esigenza di sfruttare al massimo il pane che si aveva a disposizione. Da qualche giorno tenevo da parte dell’ integrale (in casa tengo solo quello per una gestione migliore del diabete di mio marito), ma in realtà andrebbe usato del pane bianco toscano sciapo.
Mi sono procurata cipolle di Tropea (la ricetta originale vuole che siano classiche cipolle rosse) e pomodori freschi.

IMG_0756

 

Ingredienti:
pane toscano raffermo
pomodori ramati freschi
una o due cipolle rosse o di Tropea
basilico
olio extravergine toscano
aceto di vino bianco
sale
Per prima cosa mettere le fette di pane in ammollo con acqua e due o tre cucchiai di aceto.
Lavare bene le verdure, affettare le cipolle ed eventualmente metterle in acqua per un pochino per smorzare il sapore forte.
Comporre il piatto in una terrina: strizzare e sbriciolare il pane, unire i pomodori tagliati a pezzetti, le foglie di basilico spezzettate, gli anelli di cipolla e condire con sale e dell’ olio extravergine toscano di qualità.
Conservare in frigo per qualche ora, anche per un giorno intero prima di mangiarla! 
 

 

 

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

CONSIGLIA Involtini di peperoni e quinoa

Send this to a friend